banner-legapro

È PARTITA LA STAGIONE 22/23 ANCHE PER L’ATTIVITÀ DI BASE GIALLOCELESTE.

Dopo il lavoro estivo, è partita anche per l’Attività di Base Gialloceleste la stagione calcistica 2022/2023 guidata ancora dal Responsabile Stefano Zerbato, confermato nel suo ruolo accanto al Responsabile del Settore Giovanile Fabio Nicolè.

«Ad Arzignano l’Attività di Base è stata rivoluzionata con una selezione dovuta all’entrata nel Professionismo che ci chiede di partecipare a Campionati Professionisti sotto età, cioè con l’annata più piccola. È stata fatta una selezione sia in entrata che in uscita e non è stato facile. Ritengo che il territorio arzignanese della Valle del Chiampo sta crescendo anche grazie a questo. Noi, infatti, abbiamo indirizzato molti dei nostri ragazzi (che non abbiamo ritenuto idonei per il Professionismo) nelle nostre società Academy che ne hanno così avuto beneficio quantitativamente ma anche qualitativamente. Questo sta aiutando a far sviluppare tutto il territorio dando ai ragazzi la possibilità di crescere in un ambiente che rispetta le loro esigenze».

Accanto a Stefano Zerbato, lo Staff dell’Attività di Base è composto dagli allenatori Gianluca Tanello (Pulcini 2013 e Primi Calci 2015), Erald Bogdani (Esordienti 2012) e Matteo Molari (Esordienti 2011 e Primi Calci 2014), tutti riconfermati, e dai nuovi entrati Federico Ambrosi (Esordienti 2012), Lorenzo Santonocito (Esordienti 2011), Tommaso Contro e Pietro Zandonà (Piccoli Amici 2016/17).

«Lo Staff è giovane e formato. Al tempo stesso, viene continuamente formato con una precisa metodologia di allenamento che non riguarda solo la proposta tecnica, ma anche come rapportarsi con i ragazzi, come intervenire durante l’allenamento, … Sono molto contento di questo Staff volenteroso, giovane e molto aperto, pronto a mettersi in discussione, a migliorare e a chiedere consigli. Siamo un bel gruppo affiatato testimoniato dal bel clima che si è sempre respirato in questi anni nell’Attività di Base che si riflette sulla crescita dei ragazzi sotto tutti i punti di vista».

«Anche la mia figura si evolve. Non alleno più direttamente, ma come proposta formativa sono sempre in campo, tutti i giorni, con le squadre e gli allenatori. Riesco a vedere tutti i gruppi e questo dà un plus a livello formativo che ci differenzia. Dal lato organizzativo la società, inoltre, ha voluto investire nella figura di Andrea Zuliani. Parteciperemo ai campionati sotto età contro l’annata più grande quando giochiamo con le squadre dilettantistiche o con l’annata pari quando scendiamo in campo con le altre professionistiche di qualsiasi categoria, Serie A/B/C. La scelta è stata quella di avere gruppi non troppo numerosi per dare qualità alla rosa e dare molto tempo di gioco e spazio».

«È un orgoglio per noi essere entrati nel Professionismo con l’Attività di Base. Ci entriamo in punta di piedi, sapendo che il livello degli impegni si è alzato molto. Siamo una piccola Cenerentola ma pensiamo di farci trovare pronti sia per il lavoro fatto in estate sia per quello che facciamo tutto l’anno. Un ringraziamento va alla società che ci permette di fare un percorso che nel Dilettantismo non avremmo fatto».

Altri articoli