Campionato_Serie_C_banner_Web

Storia

ARZIGNANO VALCHIAMPO

La società nasce nel giugno 2011 dalla fusione fra la U.S.D. Garcia Moreno Arzignano e la U.S.D Chiampo (leggi sotto) con il chiaro intento di dar vita ad una prima squadra all’altezza della vallata e ad un settore giovanile che raccolga finalmente tutti i giovani della valle con la realizzazione del progetto “Settore Giovanile Arzignano ValChiampo”.

La compagine è giovane ma è ricca dell’esperienza delle varie società che negli anni si sono unite e hanno dato vita ad una realtà fra le prime nel Veneto.

Le origini

Le origini del calcio ad Arzignano risalgono al 1920, quando nacque l’A.C. Arzignano, grazie all’avvocato Pio Veronese, che ne divenne il primo presidente. Nel 1926-1927 l’Arzignano disputò il suo primo campionato, partecipando al campionato provinciale U.L.I.C., l’allenatore era Remo Rossettini. Lo stemma della squadra divenne il grifone simbolo di Arzignano e le divise erano bianche. Di questa stagione non si hanno molte notizie: si sa che a gennaio l’Arzignano era primo ed aveva ottenuto una vittoria in casa del Valdagno, battendolo per 7 reti a 0. Il campionato finì senza la promozione della squadra. Nel periodo estivo di pausa l’Arzignano disputa diverse amichevoli, una delle quali col Vicenza, squadra che militava in Serie B. Nel 1927-1928 l’Arzignano partecipò nuovamente al campionato provinciale U.I.I.C., anche se ci sono più notizie di questo campionato non si sa come finì.

Notizia importante del 1928: si smise di giocare in Campo Marzio e si iniziò a giocare nel campo sportivo cittadino, che fu inaugurato il 12 maggio in amichevole contro la squadra vicentina Esperia, battuta per 4 reti a 1. Fu cambiato il colore della maglia, da bianco divenne azzurro, la prima partita giocata in azzurro fu il 3 ottobre contro il Monteforte battuto per 6 reti a 3.

Nel 1928-1929 l’Arzignano partecipò al campionato di Terza Divisione veneto nel girone A, arrivando secondo con 14 punti in 11 partite, primo arrivò l’Audace che vinse poi le finali per il titolo Veneto. L’allenatore della squadra era diventato Romolo De Marzi, che fino all’anno prima giocava per l’Arzignano; cambiò anche il presidente, che divenne il dottore Orlandino Marzotto. Nel 1929-1930 l’Arzignano si iscrisse nel girone A della Terza, arrivando nuovamente secondo, venendo in seguito ammesso alla categoria superiore dal Direttorio Regionale Veneto.

Nel 1930-1931 l’Arzignano si iscrisse perciò in Seconda Divisione nel girone B, arrivando terzo; cambiò il presidente con la persona del cavaliere Gino Bonazzi. Il 18 gennaio 1930 morì l’aviere ventottenne Tomaso Dal Molin, schiantandosi sul Lago di Garda, in sua memoria fu chiamato il campo sportivo cittadino, in quanto era conosciuto ad Arzignano. Nel 1931-1932 l’Arzignano partecipò al campionato di seconda divisione, arrivando secondo, ed importante fu la vittoria per 8 a 1 contro l’Audace di San Michele Extra. Nella sua storia ha partecipato a tre campionati di Serie C (1942-1943, 1946-1947, 1947-1948).

Storia recente

Nel 2005, dalla fusione col l’U.S.D Garcia Moreno, nasce l’U.S.D. G. M. Arzignano. Nell’estate 2011, dalla nuova fusione tra l’U.S.D Chiampo e l’U.S.D. G.M. Arzignano nasce l’A.S.D. Union ArzignanoChiampo: la maglia diventa pertanto gialloceleste, i colori ereditati rispettivamente dal Chiampo e dal G.M. Arzignano (alcuni anni dopo, comunque, il Chiampo verrà autonomamente rifondato). Nella stagione 2011-2012 la compagine ha partecipato al campionato di Promozione Veneto, vinto in quella successiva. Nella stagione 2013-14 arriva secondo nel girone A di Eccellenza Veneto alle spalle del Villafranca Veronese, ma riesce comunque ad ottenere la promozione in Serie D battendo il Catania San Pio X nello spareggio tra le due semifinaliste di Coppa Italia Dilettanti. Dopo tre tranquille stagioni in Serie D, nell’estate 2017 il sodalizio del presidente Lino Chilese assume la nuova denominazione A.S.D. Arzignano Valchiampo. Nella stagione 2017-2018 conclude il campionato al terzo posto accedendo ai play-off e li vince battendo 5-2 il Mantova in semifinale e 4-3 il Campodarsego in finale. Nella successiva stagione sportiva (2018-2019) entra nella storia vincendo il campionato di Serie D, recuperando ben 8 punti che, al giro di boa del campionato, la separavano dalla capolista, con una giornata d’anticipo, dopo un mozzafiato rush finale a tre, avendo la meglio su Adriese e Union Feltre, approdando così per la prima volta in Serie C e quindi tra i professionisti.

U.S.D. GARCIA MORENO ARZIGNANO

L’Unione Sportiva Dilettantistica G. M. Arzignano nasce nel giugno 2005 dalla fusione fra l’A.C. Arzignano (l’A.C. Arzignano è nata nel 1920 ad opera dell’avvocato Pio Veronese) e la U.S.D Garcia Moreno.

Dalla fusione si ottiene così il giusto mix di valori che portano il giovane calciatore ad esprimere al meglio le proprie potenzialità in relazione alla maturazione fisica, alle attitudini e alle capacità, trovando sempre e comunque spazio in una delle varie squadre previste per ogni categoria.

La nuova società consolida la sua posizione divenendo di fatto una delle più importanti realtà a livello regionale.

U.S.D. CHIAMPO

L’Unione Sportiva Dilettantistica Chiampo viene fondata alla fine dell’anno 1963 e inizia l’attività ufficiale nel 1964 con l’iscrizione al campionato C.S.I.

Nei vari anni la società ha proseguito il suo cammino nei vari campionati, partendo dalla 3^ categoria e raggiungendo con alterne vicende l’Eccellenza.

Nelle proprie fila è cresciuto Paolo Negro, passato successivamente nelle giovanili del Brescia da dove ha spiccato il volo per una brillante carriera da professionista, vincendo il campionato italiano con la Lazio nella stagione 1999/2000, tre Coppe Italia, due Supercoppe italiane, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa UEFA, ha collezionato 8 presenze in nazionale. Altri giovani cresciuti nel vivaio hanno giocato stabilmente in società di serie D ed eccellenza.