Campionato_Serie_C_banner_Web

Colombo loda lo spirito del suo Arzignano: “Abbiamo sofferto, ma creato più dell’avversario”

Il tecnico dei giallocelesti si tiene stretto il punto portato a casa dal “Galli” di Imola, ma gli rimane un pizzico di rammarico perché con un pizzico di precisione e fortuna in più si poteva pure portare a casa una vittoria

 

IMOLA – E’ un Alberto Colombo soddisfatto quello che si presenta in conferenza stampa al termine della partita giocata al “Galli” di Imola, che ha portato in dote il secondo pareggio stagionale a reti inviolate.

“Un pizzico di rammarico resta –spiega mister Alberto Colombo- succede spesso in Serie C che la squadra che si difende e riparte alla fine segni qualche gol. Potenzialmente abbiamo avuto più occasioni nitide dell’avversario, con l’Imolese che ha creato molto più di noi ma che alla fine non ci ha mai impensieriti davvero”.

La sensazione è che l’Arzignano ora come ora debba giocare con attenzione difensiva. “In questo momento abbiamo la necessità di giocare come abbiamo giocato a Imola: siamo una squadra nuova, che sta piano piano iniziando un percorso. Abbiamo certe caratteristiche, e in questo momento dobbiamo lasciare l’iniziativa all’avversario, per poi aggredire e ripartire”.

“Abbiamo subito un po’ troppo l’Imolese, cui devo fare i complimenti. Ci hanno creato qualche difficoltà nelle rotazioni dei centrocampisti. Abbiamo difeso abbastanza bene, abbiamo sofferto, ma alla fine le occasioni migliori le abbiamo costruite noi. Noi dovremo difendere bene, con sacrificio, e dovremo essere pronti ad offendere. Abbiamo portato a casa due punti preziosi, ma dobbiamo ancora migliorare. Certo è che questi punti ci danno serenità”.

“La volontà sarebbe quella di poter difendere bene, e avere la personalità di attaccare. In questo momento fatichiamo, quindi dobbiamo concentrarci a far bene la difesa. Noi proviamo sempre a vincere le partite, in una determinata maniera. Ora ci accontentiamo di questi punti. Siamo una matricola e quindi dobbiamo essere consapevoli della nostra dimensione”.

Sul campionato che aspetta i giallocelesti. “Noi sappiamo che dovremo soffrire. Il nostro obiettivo è la salvezza, e quindi per forza dovremo soffrire per ottenerla. Siamo realisti. Cerchiamo di fare al meglio, con spirito di sacrificio, per arrivare a quello che è il nostro obiettivo”.

Due parole sull’avversario. “Imolese è stata la squadra che mi aspettavo, con idee chiare e un buon concetto di calcio. Hanno cercato sempre di giocare palla a terra, facendoci muovere per farci male. Non è facile attaccare quando una squadra come noi si difende tutta nella propria metà campo”.

 

Nicola Ciatti

Ufficio Comunicazione FC Arzignano Valchiampo

Tel. 393/0291646 – ufficiostampa.arzignanochiampo@gmail.com

Altri articoli