Il leader del pacchetto arretrato gialloceleste ed uno dei senatori arzignanesi, determinante col suo gol di testa che al “Gabbiano” ha pareggiato i conti avviando la rimonta, racconta le emozioni di un momento magico e di un finale ancora tutto da scrivere

ARZIGNANO (VI) – E’ il classico giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero allenare. Un ragazzo esemplare e squisito fuori dal campo, un riferimento nello spogliatoio per i più giovani, ed un gladiatore dentro al rettangolo di gioco: Cristiano Bigolin è uno dei leader silenziosi di questo Arzignano Valchiampo che sta volando a vele spiegate in un girone di ritorno che, scivolone di Montebelluna a parte, sta finora davvero rasentando l’eccellenza. Il centrale di Galliera Veneta anche a Campodarsego è stato decisivo, sia in fase difensiva che in quella offensiva, col determinante gol che ha pareggiato i conti e dato il là alla rimonta gialloceleste.

Cristiano, nell’ultima partita avete giocato a Campodarsego, vincendo per 2-1 nel finale. Che valutazioni ti senti di fare del risultato, e della prestazione della squadra?

“Sapevamo che a Campodarsego sarebbe stata una partita difficilissima, anche perché davanti avevamo una grande squadra. Siamo partiti bene, con l’approccio giusto, solo che alla prima occasione abbiamo concesso loro un calcio di rigore. Ma siamo stati bravi a rimanere sempre in partita, ed alla fine siamo stati premiati. Siamo un grande gruppo, ed anche domenica l’abbiamo dimostrato”.

Una vittoria pesantissima nell’economia del campionato. Come valuti il momento della squadra?

“Stiamo vivendo un momento bello, ma ancora non abbiamo fatto nulla. Il campionato è ancora molto lungo. Andiamo avanti così, poi si vedrà”.

Raccontami la tua gioia per il gol e per la vittoria…

“Segnare è sempre bello, specie da difensore, non posso dire il contrario, però lo è ancora di più vincere così, in rimonta! Se non fossimo un gruppo coeso questi risultati non arriverebbero”.

Domenica prossima si riposa, poi si torna in casa col Belluno. Come si dovrà preparare questa partita?

“Ora abbiamo la sosta, che ci servirà per ricaricare le pile e preparaci bene per il Belluno. Ma ci aspettano tutte finali dove non possiamo sbagliare davvero più nulla”.

Con che spirito si prepara l’Arzignano a vivere la parte finale di stagione?

“Dobbiamo solo continuare a lavorare come abbiamo fatto finora: sapendo, come dicevo, che d’ora in avanti il gioco si fa veramente duro. Ma l’Arzignano non ha paura di niente”.

Nicola Ciatti

Ufficio Comunicazione ASD Arzignano Valchiampo

Tel. 393/0291646 – ufficiostampa.arzignanochiampo@gmail.com