Seconda puntata della nostra rubrica settimanale sui personaggi del Club gialloceleste. Oggi scambiamo qualche parola col tecnico degli Allievi Elite 2002, mister Massimo Cracco!

ARZIGNANO (VI) – Prosegue la nostra consueta rubrica del mercoledì per farvi conoscere i personaggi che lavorano nello staff dell’Arzignano Valchiampo a tutti i livelli. Oggi ci concentriamo sugli Allievi Elite 2002, che hanno iniziato il loro percorso stagionale in un campionato tosto e molto competitivo. Ne abbiamo parlato con mister Massimo Cracco, guida tecnica di questa selezione, che ci ha parlato delle qualità del suo gruppo!

Mister Massimo Cracco, siamo all’inizio di un’altra stagione molto importante per tutto il Settore Giovanile dell’Arzignano Valchiampo. Quali sono le aspettative della tua squadra verso questa nuova stagione?

“Sarà una stagione tosta, ma anche divertente ed eccitante, per svariati motivi: chiudiamo il ciclo iniziato lo scorso anno, e sarà quindi una prova stimolante sia per me che ovviamente per i ragazzi. Per il gruppo questa stagione significherà probabilmente chiudere l’esperienza del Settore Giovanile, e per qualcuno di loro la prossima stagione potrebbe aprirsi aggregandosi con qualche prima squadra! Inoltre, rispetto lo scorso anno, in cui abbiamo partecipato al campionato sperimentale, adesso saranno tutte partite “vere”: magari troveremo qualche squadra in meno che proporrà calcio, badando più al sodo per portare a casa il risultato. Sarà una bella battaglia ogni domenica”.

Quest’anno sei alla guida di una squadra molto stimolante come gli Allievi Elite 2002. Come valuti le prime settimane di preparazione e le prime uscite ufficiali della squadra?

“Come dicevo prima, chiudo il ciclo iniziato lo scorso anno. Al gruppo “storico” la Società ha deciso di aggiungere degli innesti importanti: sicuramente la qualità media del gruppo è stata ulteriormente alzata, ogni domenica non ci sono differenze tra chi parte e chi subentra dalla panchina. Dobbiamo continuare a lavorare con costanza ed intensità come abbiamo fatto fino adesso! Il risultato del campo sarà ovviamente la conseguenza di come ci siamo allenati durante la settimana. Il nostro obiettivo dev’essere quello di guadagnarci l’opportunità di allenarci con mister Di Donato ed i suoi assi: questa è la funzione del Settore Giovanile ed il compito di noi allenatori e formatori!”.

Se dovessi dare un consiglio ai tuoi ragazzi che si preparano a tentare questo importante salto, cosa diresti loro?

“Non dobbiamo mai smettere di avere fame di migliorarci e imparare! Senza questo fuoco interno, il gioco del calcio rischia di diventare, come qualsiasi altra cosa, routine e noia. In generale ci sono molti ragazzi che hanno qualità tecniche e fisiche importanti, ma senza la testa giusta non si va da nessuna parte. Allenarsi a mille e volersi sempre migliorare, solo con questi concetti ci si potrà divertire a lungo, con basi solide e prospettive altrettanto serie”.

Infine, chiedo anche a te una battuta sulla prima squadra dell’Arzignano Valchiampo. Che idea ti sei fatto della squadra e della stagione che la aspetta, la quinta consecutiva in Serie D?

“Ho avuto la fortuna di affiancare lo staff della nostra Prima Squadra per qualche giorno, durante il ritiro estivo di Bolca. Ho visto un gruppo coeso e di assoluta qualità, con giocatori fatti, esperti ed affamati di vittorie mischiati a giovani che mi hanno davvero impressionato per personalità: in certi momenti non si riusciva a capire se un ragazzo era un 2000 o un 1990! Il tutto guidato e gestito da un allenatore che probabilmente vivrà questa categoria solo di passaggio, come quello precedente che in Serie D ha insegnato calcio. Ci sono tutte le possibilità per ripetere un campionato importante, come quello dello scorso anno. Forza Arzignano!”.

Nicola Ciatti

Responsabile Comunicazione ASD Arzignano Valchiampo

ufficiostampa.arzignanochiampo@gmail.com – Tel 393/0291646